14
Dic
2015

Tatuaggi da vecchi? Si può essere COOL!

Tatuaggi da vecchi? Si può essere COOL!
Aurora Crifò

Tutto quello che dovete sapere sulla cura dei tatuaggi per essere un giorno vecchi ma cool!

tatuaggi da anzianiFigghioli! Ascoltate zia Aurora quando vi dico di avere cura del vostro piccolo o grande Trilogy permanente, così quando qualcuno vi porrà la solita noiosa e antipatica domanda “ ma quando diventerai vecchio come sarai con tutti questi scarabocchi brutti e rovinati?” voi potrete rispondere “più o meno come te, solo che io sarò vecchio e cool!”.
Quindi partiamo dal principio ripetendo a cantilena: solo un tatuatore professionista può realizzare un tatuaggio che possa essere definito tale.  Custodirò il tatuaggio come se la mia vita dipendesse da questo.

Sì perché per mantenere il tatuaggio pulito, definito e con i colori vivi ci sono delle linee guida da seguire, persino il migliore dei tatuaggi può rovinarsi a causa di una scarsa cura e attenzione durante la cicatrizzazione, dunque vi suggerisco di seguire le istruzione che vi fornirà il vostro paladino dell’inchiostro. Se siete rimasti fedeli al primo comandamento allora siete in ottime mani, ma parte del risultato finale dipende solo da quanto scrupolosamente seguirete i consigli ricevuti e se non lo farete non potrete pretendere ritocchi gratuiti.

È consigliato non esporre direttamente la pelle alla luce solare o lampade abbronzanti per i 15 giorni precedenti alla seduta. Inoltre, sarebbe meglio che vi idrataste regolarmente con 2 litri d’acqua al giorno, anche per una questione di salute dell’organismo, non solo per prepararsi al tatuaggio. Se non state bene avvisate per tempo il vostro ink artist, capirà sicuramente e vi posticiperà l’appuntamento, ma non fatelo per motivi futili e siate sinceri se ci avete ripensato.
È sconsigliato sottoporsi alla pratica di dermopigmentazione se avete problemi dermatologici più o meno gravi. Se per esempio avete un fungo sarebbe il caso di avvisare il vostro tatuatore.
Infine è indispensabile che una settimana prima della vostra seduta provvediate a depilarvi dall’estetista se avete deciso di tatuarvi su una zona pelosa del corpo, come ad esempio braccia e gambe, o schiena e petto. Ovviamente sto parlando con i maschietti, le donne dono sempre impeccabili ( quelle di buon senso).

Detto questo passiamo al post esecuzione tatuaggio ;)
Una volta terminato, il tatuatore pulirà la zona interessata da eventuali residui di inchiostro e sangue per poi coprirla con un velo di vaselina e uno strato di pellicola trasparente per proteggerlo da agenti esterni. In questa fase la vostra pelle sarà particolarmente soggetta a irritazioni e infezioni se non messa al riparo adeguatamente. Terrete la copertura per non più di 3 ore, periodo durante il quale la ferita rigetterà altro inchiostro in eccesso e residui organici. Dopo di che, lavate delicatamente e accuratamente la zona con acqua fredda (se non avete acqua potabile dai rubinetti usate l’acqua in bottiglia per il vostro bene) e sapone NON NEUTRO. Il ph della pelle presenta valori fisiologici leggermente acidi compresi tra 4,2 e 5,6, differenti da persona a persona, sarebbe meglio chiedere consiglio al vostro dermatologo, ma in linea generale il sapone Dove idratante (senza essenze e profumi) può andar bene. Inutile dirvi di evitare saponi a ph basico, no???

una soluzione a pH = 7 è neutra

una soluzione a pH < 7 è acida

una soluzione a pH > 7 è basica


L'acidità del pH della pelle è legata alla presenza del film idrolipidico ed alla pluralità dei processi biochimici che avvengono nella cute. Se usate sostante neutre o peggio basiche vi farete solo del male. Fino a quando non sarà completamente guarito non nuotate in piscina, nel mare e non fate il bagno nella vasca;  soprattutto evitate spa, terme, saune ecc..

 A) perché l’esposizione eccessiva all’acqua può fare scolorire il tatuaggio

B) perché l’acqua della piscina, del mare e della vasca da bagno potrebbe contenere dei prodotti chimici, batteri, sporco o altre impurità che possono infettare il tatuaggio.

Anche Il sole, il nemico numero 1 dei tatuaggi, è da evitare perchè i raggi solari possono creare delle bolle sulla pelle e sbiancare il colore del tattoo. Quindi è meglio che lo manteniate coperto per 4 settimane circa, finché sarà completamente guarito. Dopo questo periodo occorre comunque proteggerlo con una crema adatta (la Tattoo Defender non è niente male ) per arrivare a 80 anni ed essere ancora fiero del tuo investimento.

Tornando alla pellicola, c’è un fattore contro alla adeguata guarigione: la pellicola non lascia respirare la pelle.. Quindi il mio consiglio è trascorse le massimo 3 ore, dopo aver pulito la pelle, applicate UN VELO, non quarantordici quintali, di crema bephantenol e lasciatela respirare. Se sei costretto a coprirlo per evitare sfregamento con i vestiti allora ricorrete nuovamente alla pellicola trasparente ricordandovi di cambiarla massimo ogni 3 ore per evitare la proliferazione di batteri.
Non coprite il tatuaggio con garze! Se la pelle cicatrizzandosi ingloberà anche eventuali fibre della stessa che causerà un danno, oltre che tanto dolore, quando si andrà  a rimuoverla per cambiarla. La prima fase della guarigione del tatuaggio si completa in circa un paio di settimane, ma tutto dipende dalla sua grandezza. Durante questo periodo, potrebbe spellarsi o formare delle crosticine che voi, ripetete a cantilena con me: NON CERCHERETE DI TOGLIERE BRUTALMENTE, NON LE SFIORERETE! Proprio come accade quando ci si scotta al sole. Delle pellicine colorate possono staccarsi, ma è del tutto normale cadranno da sole.

Dopo questo processo, il tatuaggio potrebbe iniziare a prudere, se ti gratti vengo io a prenderti a sberle!!! Puoi trovare un po’ di sollievo picchiettando leggermente il tatuaggio con la mano pulita o applicando un po’ di crema idratante.
Se ti sei preso cura adeguatamente del tuo tattoo, ora sarà completamente guarito e la pelle sarà rimarginata in circa 4-6 settimane, sempre in base alla dimensione. Anche dopo la completa guarigione del tattoo, potresti provare un po’ di fastidio. Questo perché l’inchiostro ha bisogno di "stabilizzarsi." Di solito ci vogliono settimane. Non cercare prodotti miracolosi, non esistono, lascia alla tua pelle il tempo necessario che ci pensa lei!

Confido nel buon senso dei tatuatori e soprattutto in quello delle persone.

PS: ricordati che se non ti affidi ad un professionista per risparmiare, otterrai solo ciò per cui pagherai, incluse infezioni e malattie gravi con cui dovrai imparare a convivere!



 Ultime dai Forum

 Ultime tesine e appunti caricati

Seguici su:
Seguici su FacebookSeguici su Twitter

 

© Tesine.net è una testata giornalistica online registrata al Tribunale di Ferrara con autorizzazione n. 4/11 del 10 maggio 2011 - Partita IVA: 04304390372

Powered by Pigreco ver. 4.226