03
Lug
2017

Rinoplastica: Correzione dell'imperfezione o ricerca della perfezione?

Rinoplastica: Correzione dell'imperfezione o ricerca della perfezione?
Marco Zorzetto

Tutti i consigli pratici per sottoporsi a questo delicato intervento! 

Ormai rifarsi il naso non č un privilegio riservato alle celebritą di Hollywood... Chiunque può avere "il naso dei sogni" e sfoggiarlo senza ritocchi photoshop nelle gare di selfie!

Dive come Britney Spears, Cameron Diaz e Lady Gaga hanno ceduto al fascino della rinoplastica, il terzo trattamento più richiesto, secondo l'American Society of plastic surgeons, dopo la mastopessi e la liposuzione. La parola d'ordine per questo delicatissimo intervento č però "naturalezza", con effetto naso non  “rifatto”!

Ma cosa č importante sapere prima di sottoporsi ad una rinoplastica? Ne parliamo con il Dott. Tito Marianetti, specialista in Chirurgia maxillo facciale e ortognatica, che ci illustra le caratteristiche principali di questa complessa operazione.   

L'INTERVENTO DI RINOPLASTICA

In cosa consistono gli interventi di rinoplastica e settorinoplastica?
L’intervento di settorinoplastica consente di risolvere i problemi estetici e funzionali del naso, modificandone la forma e correggendo deviazioni del setto o ipertrofie dei turbinati. La rinoplastica per definizione č un intervento che mira a correggere la sola estetica del naso ma, nella mia esperienza, č quasi sempre necessario correggere anche il setto, perché estetica e funzione sono spesso due facce della stessa medaglia nel naso. Per esempio, in un naso storto, č impossibile pensare di correggere solo l’esterno del naso senza modificare il setto.

Quali sono gli attuali approcci per questo tipo di intervento?
Gli approcci sono fondamentalmente due: closed ed open. La tecnica closed consente di effettuare le modifiche della forma nasale da piccole incisioni endonasali. La tecnica open permette, da una piccola incisione columellare (alla base del naso), di esporre completamente la struttura osteocartilaginea del naso, rimodellando la punta ed il dorso nasale in condizioni di esposizione statica e sotto visione diretta. Sono entrambi approcci validi e danno entrambi ottimi risultati in mani esperte. Dovrebbero far parte del bagaglio di ogni chirurgo. Personalmente, riservo l’approccio chiuso a casi molto semplici, in cui ci sia da lavorare poco sulla punta nasale, mentre preferisco l’approccio open in rinoplastiche più difficili, in situazioni in cui vi č maggior bisogno di precisione e in rinoplastiche di revisione.

Come scegliere la tecnica ideale al proprio problema?
La tecnica deve sceglierla il chirurgo in base alle proprie competenze ed in base ai problemi che il naso del paziente presenta.

I TREND

Ricerca della perfezione o correzione dell'imperfezione?

La ricerca della perfezione deve essere l’aspirazione costante del chirurgo. Tuttavia non sempre č possibile arrivare alla cosiddetta perfezione ed il chirurgo non č onnipotente. Il paziente non deve pensare alla perfezione perché altrimenti sarą sempre insoddisfatto del risultato. Pensare alla correzione dell’imperfezione č molto più appropriato per il paziente, ma può essere insufficiente per il chirurgo.

Anche la chirurgia, come la moda, č influenzata dalle tendenze del momento?

In realtą sì. Pensiamo a come andavano di moda i nasi “alla francese” pinzati, con la punta innaturale e all’insù in un passato non troppo lontano. Per fortuna la “moda” attuale sembra avere un equilibrio. I nasi che piacciono oggi sono quelli naturali, che non sanno di rifatto. La cosa più bella che possano riferirmi i pazienti dopo che si sono operati č “Dottore guardo le foto precedenti e non capisco come possa essermi tenuta quel naso per così tanto tempo, le persone che mi incontrano mi dicono che sto meglio, ma non si accorgono cosa ho fatto

Parlando di naso, quali sono i trend estetici più comuni nell'universo femminile?

La naturalezza del risultato č oggi la principale richiesta delle donne.  Avere un profilo leggermente all’insù sta bene su alcuni volti. Il trend estetico più comune č un profilo dritto, deciso. La donna non vuole più sembrare una “bambolina”, ma vuole un profilo più deciso, forse anche in relazione al diverso ruolo che riveste nella societą rispetto al passato.

Qual é attualmente il parametro estetico per definire un naso "ideale"?

Il naso ideale non č altro che il naso più giusto per quel volto! Il naso ideale č il naso naturale.

Qual č il "celebrity nose" più richiesto dalle donne italiane?

La maggior parte delle mie pazienti mi chiedono il naso alla Belen o Angelina Jolie. Io rispondo che il loro naso sarą migliore…

PRIMA DI OPERARSI

Da che etą č possibile sottoporsi ad una rinoplastica?
Si preferisce generalmente attendere il compimento dei 18 anni, in modo tale che l’accrescimento sia finito e il risultato ottenuto sia stabile e non si modifichi nel tempo.

E' possibile sapere che naso avrò dopo l'operazione?
Si esegue abitualmente la simulazione del risultato finale. L’obiettivo č quello di comprendere i gusti del paziente e di capire se le sue aspettative sono realizzabili con l’intervento. Ad esempio, un paziente con pelle spessa va disilluso dall’idea di poter avere un naso estremamente definito. La previsualizzazione č anche utile per capire l’altezza del profilo voluto e per stabilire se i gusti del chirurgo coincidono o meno con quelli del paziente.

E' possibile avere il naso dei propri sogni?
Sì! E’ bene però non sognare il naso di un altro, ma pensare alla propria faccia con un naso più appropriato. Il risultato bello non č quello del naso stereotipato e uguale su ogni volto. Il naso dei sogni deve essere quello che non si vede che č rifatto.

Quanto sono attendibili le simulazioni da risultato?
Dipende da come si fanno! Se si fa vedere ad un paziente con un naso molto grande un nasino microscopico probabilmente la simulazione non sarą rispettata. Normalmente le simulazioni sono molto attendibili soprattutto nella valutazione di profilo. Tuttavia, esse non possono riprodurre al 100% il risultato che si otterrą in sala operatoria. Purtroppo il naso non č fatto di un materiale plasmabile da una macchina su un progetto ingegneristico, ma č fatto di carne, ossa e cartilagine, che devono cicatrizzare e guarire.

E' doloroso sottoporsi ad una rinoplastica?

L’intervento di setto rinoplastica č oggi cambiato moltissimo rispetto al passato. A volte alcuni pazienti riferiscono nel post-operatorio un leggero mal di gola o un leggerissimo mal di testa, ma nella maggior parte dei casi non si fa ricorso neanche ad un antidolorifico ed il dolore a livello della piramide nasale č pressoché sconosciuto.

DOPO ESSERSI OPERATI

Come funziona la rimozione dei fastidiosi tamponi post-operatori?

I tamponi sono stati e per molti sono ancora lo spauracchio in questo tipo di intervento. Frasi come “mi hanno tolto il cervello dal naso” o “che sensazione terribile!” erano all’ordine del giorno al momento del tamponamento. Oggi per fortuna č possibile non applicare alcun tampone! Questo grazie ad una sutura a materassaio del setto nasale con un punto riassorbibile (una sorta di cucitura della mucosa dei due lati del setto nasale) che poi non va neanche rimosso, perché va via da solo nel giro di qualche settimana. 

In quanti giorni posso riprendere le normali attivitą dopo l'operazione?

La prima settimana dopo l’intervento si ha una mascherina metallica sul dorso nasale, alcuni puntini alla base del naso e piccoli lividi sotto gli occhi. Dalla sera stessa dell’intervento ci si può alzare, passeggiare e mangiare. Alcune attivitą, come il lavoro da casa o lo studio, possono essere riprese gią dal giorno dopo. Altre attivitą, come sport leggero senza traumi e lavoro non pesante fisicamente  e senza esposizione al sole, possono essere avviate di nuovo a due settimane. Per sport di contatto e lavori fisicamente impegnativi bisogna aspettare almeno due mesi.

Quali sono i problemi più comuni che possono sorgere dopo l'intervento?

Con l’approccio open strutturale al naso si riducono di molto le “sorprese” post-operatorie. Inserendo alcuni innesti di cartilagine prelevati dal setto nasale in punti chiave del naso, si riesce a contrastare le forze cicatriziali e a garantire un risultato post-operatorio duraturo nel tempo. Tuttavia non si può mai promettere il 100% soprattutto nelle rinoplastiche di revisione perché una componente cicatriziale č sempre presente. Il chirurgo deve sempre mirare al 100%, ma il paziente deve sapersi accontentare anche quando si arriva al 95%.

Dopo quanto tempo potrò vedere il risultato definitivo?

Il naso, soprattutto con la tecnica open, tende a sgonfiarsi con molta lentezza. Per i primi mesi č molto gonfio, soprattutto a livello della punta. Gradualmente poi tende ad evidenziarsi il risultato definitivo, che può considerarsi tale a circa un anno dall’intervento. 

 



 Ultime dai Forum

  • Orientamento! ...
    Ciao a tutti!

    Nella categoria di corso Preparati ai test di Orient@mente sono stati pubblicati tre nuovi corsi
    ...
  • Offro aiuto per fare tesine ...
    dovrei svolgere una tesina su "le servitù prediali nell'ottocento". Come potresti aiutarmi? ...
  • tesina ...
    ragazzi mi serve una tesina(tecnico-commerciale)..le materie sono
    inglese
    italiano
    ec aziendale
    matematica
    informat
    ...
  • AIUTO TITOLO TESINA ...
    Come argomento ho scelto il distacco dalla tradizione e parlo di movimenti che si sono distinti in particolar modo
    Non
    ...
  • Tesina maturitą, aiutooo.? ...
    Salve a tutti, frequento il liceo delle scienze applicate e come argomento di tesina ho scelto: "la cecitą ...
  • TESINA GEOMETRI ...
    Ho delle idea confuse e non riesco a capire se hanno un senso
    Aiutoooo
    ...

 Ultime tesine e appunti caricati

Seguici su:
Seguici su FacebookSeguici su Twitter

 

© Tesine.net č una testata giornalistica online registrata al Tribunale di Ferrara con autorizzazione n. 4/11 del 10 maggio 2011 - Partita IVA: 04304390372

Powered by Pigreco ver. 4.226